.
Annunci online

antonellovargiu correre rende sani e felici...
Villa San Pietro (CA). “3° Trofeo CRAL SARAS”. 27-03-2010.
post pubblicato in Resoconto gare 2010., il 27 marzo 2010

E’ stata  una manifestazione ben riuscita quella svolta a Villa San Pietro il 27-03-2010 organizzata nei minimi particolari dal Cral Saras di Sarroch nella figura di Giuliano Dulcis con l’apporto tecnico di Andrea Pusceddu della Società  Amsicora di Cagliari coadiuvato a sua volta da tanti atleti volontari della società medesima.  Il paese di Villa San Pietro conta circa 1800 abitanti e si trova a poco più di 25 chilometri da Cagliari sulla strada costiera che ci porta nella zona più a sud dell’isola dove si trovano le ben note località turistiche di Santa Margherita di Pula e Chia. La manifestazione, essendo patrocinata dal comune ospitante, ci consente di conoscere buona parte del centro abitato adeguatamente chiuso per l’occorrenza al traffico automobilistico. Il palco e tutti gli stand sono stati allestiti a pochi metri dalla chiesetta di San Pietro, costruzione di grande pregio storico che risale al  XIII secolo in stile romanico-gotico. I locali del Comune fanno da punto d’appoggio logistico per le operazioni di iscrizione e postazione tecnica dei giudici, nonché ci consentono di poterci preparare dentro quattro mura per il cambio di indumenti per la gara e, all’occorrenza sono dotati di buoni servizi igienici. Tra i vari stand troviamo anche quello per la raccolta di fondi per cause benefiche dove Luca Sanna del gruppo di atletica “Currichisimagna” è l’artefice principale. La giornata è piuttosto calda (19°) ma molto ventilata e asciutta. Intorno alle 17 parte la manifestazione dei piccolissimi con la doppia sfida del Biatlhon che comprende sia una gara cortissima di 60 mt. e successivamente il lancio del vortex. Hanno preso parte alla manifestazione circa 150 bambini ed è già questo un motivo di vanto per gli organizzatori e coloro che volontariamente hanno prestato la loro opera. Sicuramente tra le due prove svolte dai bimbi la seconda li ha divertiti maggiormente. Vedere così tanti fanciulli alle prese con un oggetto a dir poco sconosciuto e provare a lanciarlo anche contro un vento di maestrale contrario non era facile e si capisce così come poteva essere possibile che qualche lancio non fosse proprio in linea con il campo di gioco e venisse indirizzato verso i propri genitori che all’ultimo istante dovevano schivarli. Verso le 17.30 ha inizio la gara di corsa non competitiva dove viene affrontato un giro di 1500 mt. La gara viene vinta da Claudio Gallo con un buon distacco rispetto al secondo. In seguito inizia la prova della Marcia con la presenza oltre che degli atleti amsicorini e della società di Sestu anche della pluricampionessa Serena  Pruner che nell’intento degli organizzatori vuole avere più che altro un effetto  dimostrativo. A seguire partono i Cadetti e gli Allievi per una distanza di 3000 mt. E’ quasi ora della nostra gara per cui decido di fare qualche giro di riscaldamento.  Il percorso di gara, in apparenza semplice considerato la bassa altimetria del paese, è meno agevole del previsto. E’ un circuito sostanzialmente rettangolare da percorrere in senso orario, lungo circa 1020 mt. Sin dopo la partenza si affrontano delle curve piuttosto strette con una leggera ma costante salita lunga alcune centinaia di metri  interrotta da una breve discesa ma di intensa pendenza che ci porta nel punto più basso del percorso prima di superare il ponte sul fiume. Da qui parte una leggera e costante salita, con qualche curva spigolosa, che ci riporta nuovamente sulla linea del traguardo. Durante il riscaldamento, come al solito, mi studio il percorso cercando di immedesimarmi nella gara e di tanto in tanto si incontrano altri atleti che magari da qualche tempo non ci si vede. Fa sempre piacere rivedere amici come Lorenzo Pisani, Gianni Carta, Pietro Usai o magari fare le ripetute pre-gara con quel simpaticone di Luigi Mascia. Tra gli atleti più attesi c’è Ferdinando Vicari che si diletta nella sua prima gara con la maglia dell’Amsicora a cui non manco di fare gli auguri dovuti. Alle ore 18 il presidente della Fidal Sergio Lai chiama tutti alla partenza per la gara più importante ed invita il sindaco del paese, signor Muntoni, allo sparo del via. Sono iscritti alla partenza 121 atleti tra cui 23 donne e 98 uomini ed i giri da fare sono 6 pari a circa 6.1 km. totali. Al via tutti cercano la migliore posizione ma già dopo la prima curva a gomito la fila si assottiglia ed i forti, con in testa Abdelkader e Rutigliano fanno l’andatura. Al primo giro il ritmo dei primi è di poco superiore ai 3 minuti a km. ed ai due battistrada si sono aggiunti anche Vicari, il marocchino Fraiha e Fattacciu. La mia partenza è piuttosto buona, sin dall’inizio  spingo parecchio e mi trovo a passare nel primo giro intorno al ventesimo posto ad un ritmo da 3’30” subito dietro ad atleti come Pisani, Panduccio e Foddi. Verso metà gara sento lo speaker che annuncia il distacco dei due fuggitivi Abdelkader e Rutigliano che fanno gara tra loro mentre gli altri seguono staccati di almeno 50 mt. Il mio ritmo è sostanzialmente calato e vengo superato da altri atleti più giovani, ora giro intorno a 3’40”. Forse non è la giornata giusta ma stringo i denti e cerco di mantenere il distacco di circa 60 mt. dal mio rivale Gianni Carta reduce da una gara di maratona. Al quarto giro mi supera Manuela Manca e cerco di mantenere il suo ritmo. L’ultimo giro lo vivo con grande difficoltà ma riesco a mantenere sostanzialmente la posizione. Tempo finale 21’44”. Vince la gara Abdelkader con un tempo di 18’40” resistendo all’attacco di Rutigliano che gli arriva a 3”. In terza posizione arriva Fraiha a circa 100 mt. dai primi mentre Vicari gli arriva a qualche decina di metri. Al quinto posto De Venuto  vince il solito duello con Leotta proprio nel rettilineo finale. Ecco il riepilogo dei primi 30 atleti arrivati: 1° Oualid Abdelkader (Atl. Civitas Olbia); 2° Pasquale Rutigliano (Esercito); 3° Abdelatti Fraiha (Junior, Atl. Civitas Olbia); 4° Ferdinando Vicari (S.G. Amsicora CA); 5° Riccardo De Venuto (Atl. Orani); 6° Luigi Leotta  (Atl. Goceano); 7° Elio Nicola Fattacciu (S.G. Amsicora CA);  8° Morad Ibnorida (idem);  9° Antonio Carta (M45, Atl. Ogliastra); 10° Stefano Demurtas (Promessa, Atl. Ogliastra); 11° Roberto Mulas (M40, Sulcis Carbonia); 12° Alex Sanna (M35, Atl. Cortoghiana); 13° Giampietro Dessì (M40, Sporting S.I.E.); 14° Severino Panduccio (M45, S.G. Amsicora CA); 15° Michele Carta (Junior, Atl. Serramanna); 16° Abel Geremias Fenude (M35, Atl. Selargius); 17° Marco Moi (Promessa, S.G. Amsicora CA); 18° Maurizio Puddu (M45, Atl. San Sperate); 19° Lorenzo Pisani (M45, Atl. Capoterra); 20° Giuseppe Cocco (Runners CA); 21° Antonio Foddi (M45, Atl. Ogliastra); 22° Giulio Contu (M40, Atl. Selargius); 23^ Manuela Manca (S.G. Amsicora); 24° Stefano Ardau (M40, S.G. Amsicora CA); 25° Antonello Vargiu (M50, S.G. Amsicora); 26^ Roberta Ferru (Nuova At. Sestu); 27° Efisio Deidda (M35, Pol. Dil. Assemini); 28° Gianni Carta (M50, Atl. Serramanna); 29° Gennaro Stompanato (Atl. Santadi); 30° Pietro Usai (M50, Atl. Ogliastra). In risalto sicuramente il risultato dei primi due atleti Master che già nel cross di Bultei si diedero grossa battaglia:  Antonio Carta e Roberto Mulas. Antonio seppure di una categoria maggiore (M45) è arrivato a ridosso dei Senior mentre Roberto si è ben difeso facendo un’ ottima gara di fronte al pubblico del suo proprio paese. Queste le prime 10 donne arrivate al traguardo: 1^ Manuela Manca (23^ ass.); 2^ Roberta Ferru (26^ ass.); 3^ Donatella Saiu (Futura CA) 31^ass.; 4^ Elsa Farris (Nuova Atl Sestu) 41^ ass.; 5^ Paola Sogos (S.G. Amsicora CA) 46^ ass.; 6^ Annalisa Sanna (Cus CA) 51^ ass.; 7^ Adalgisa Deriu (F35, Guilcer Team Ghilarza) 56^ ass.; 8^ Ivana Corrias (F35, Libertas Campidano) 69^ ass.; 9^ Valeria Cappai (F40, Runners CA) 78^ ass.; 10^ Fabiana Secci (F35, Runners CA) 81^ ass. A fine gara tutti gli atleti hanno potuto reidratarsi con le piccole bottiglie d’acqua San Martino e per i più golosi erano disponibili le confezioni di patatine Crocchias molto apprezzate  con la scusa di recuperare i sali minerali consumati. Nel giro di un’ora sono state fatte le premiazioni per tutti gli atleti vincitori. Gli atleti Senior Promesse e Junior, sia maschili che femminili, sono stati premiati in denaro sino al sesto/a arrivato. Mentre ai primi tre di ogni categoria, dagli Amatori ai Master si maschili che femminili, è stato dato in regalo un prodotto dell’artigianato artistico isolano di pregevole fattura.

Per vedere tutti i risultati delle gare di Villa S. Pietro clicca qui.

 




permalink | inviato da Antonello Vargiu il 27/3/2010 alle 18:52 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Sfoglia febbraio        aprile