.
Annunci online

antonellovargiu correre rende sani e felici...
Cagliari, 09 e 10-07-11. CdS Assoluti, 2^ fase.
post pubblicato in Resoconto gare 2011., il 15 luglio 2011


Nelle due giornate di atletica, inerenti la 2^ fase dei CdS Assoluti, svolte al Campo di Via dell’Atletica a Cagliari, ci sono due gare che hanno interessato il sottoscritto (Master M50). Queste sono: il 1500 mt. di sabato sera ed il 5000 di domenica sera. E’ proprio di queste gare che voglio fare una rapida sintesi.

Cagliari, 09-07-11. 1500 mt.        La gara è prevista per le ore 20 mentre 15’ prima di noi è prevista la gara del 1500 femminili. Intorno alle 19,15 inizio a muovermi per riscaldarmi all’interno del pistino di 100 mt. situato a fianco della pista di atletica. Giusto per muovermi in compagnia decido di riscaldarmi assieme a due forti atlete come Elsa Farris e Valeria Sailis scambiando così con loro qualche battuta attinente la gara che da li a poco avremmo affrontato.Per fortuna la presenza di questo pistino ci consente di prepararci alla gara riparati dal sole che ancora batte forte. La temperatura è di poco sotto i 30° ma l’umidità è alta per cui si suda molto intensamente, seppure all’ombra. Nel frattempo vengono chiamate alla gara le atlete del 1500 anticipando di qualche minuto l’orario stabilito da programma. In effetti, la scarsa presenza di atleti a questi campionati ha creato una situazione che difficilmente succede nelle competizioni dei Master, dove, invece, le gare sono quasi sempre in ritardo rispetto agli orari stabiliti Velocizzo la fase di preparazione alla mia gara portandomi al bordo della pista e ciò mi consente sia di assistere alla gara del 1500 delle donne oltre a finalizzare la fase di preparazione. Chiedo a Mauro Desogus se scatta qualche foto con la mia macchina e lui acconsente tra l’altro scattando qualche foto alle donne che ci precedono. La gara femminile viene vinta agevolmente dall’atleta Giulia Innocenti del CUS Cagliari (4’34”11il suo tempo finale) che svolge una gara quasi in solitudine anticipando sin dal primo giro Manuela Manca e Elsa Farris dell’Amsicora Cagliari. Circa 10’ prima delle 20 ci troviamo già tutti in linea per la partenza della gara. Siamo solo in 12 atleti e tra questi una delle figure di spicco è rappresentata da Stefano Floris, atleta dell’Amsicora CA.       Tra i partenti anche alcuni atleti della società Atletica Goceano (di Bultei, SS) molto giovani con la loro divisa bianca. Finalmente lo sparo per la partenza. Nonostante la forte spinta iniziale già dopo un centinaio di metri mi trovo in ultima posizione a pochi metri da un’atleta molto più giovane di me dell’Atletica Goceano. Il ritmo del primo giro non è male e la distanza con gli ultimi atleti davanti a me non è poi così tanta. Lo speaker riporta le posizioni dei primi atleti e le rimarca spesso per cui posso capire chi sta conducendo la gara e gli altri atleti a lui vicino. Sino al primo 1000 Floris conduce la gara tallonato dal giovane Raffaele Nonne (16 anni, dell’Atletica Goceano) e da Luca Schirru (Amsicora CA). La mia andatura è molto regolare, passo ai 1000 mt. in 3’14” e la mia posizione rimane sempre la stessa, ultimo. Ad un certo punto mi trovo talmente vicino al giovane atleta che mi precede da pensare di allungare e cercare di passarlo. Da li a poco mi rendo conto che invece è proprio lui che cambia ritmo e, anzi, incrementa il distacco tra noi due. Nel frattempo sento lo speaker che annuncia il sorpasso di Nonne nei confronti di Floris e, mentre mi trovo nel rettilineo opposto all’arrivo, indirizzo lo sguardo verso il rettilineo finale e vedo, in pochi istanti, la fase finale della gara dove Nonne allunga proprio su Floris vincendo la gara. Nonne chiuderà in 4’02”57 mentre Floris in 4’05”65.  Io concludo la gara in 4’50”30  tutto sommato soddisfatto considerato le condizioni climatiche della serata.    

 

Cagliari, 10-07-11. 5000 mt.

La gara del 5000 mt. è prevista per le ore 20,35 di domenica.Poco dopo le 19,30 inizio le fasi di riscaldamento. Anche in questa circostanza approfitto della pista al coperto di 100 mt., attigua al campo, per iniziare tutte le fasi di riscaldamento. Rispetto ad altre circostanze il pistino risulta quasi deserto, sicuramente ciò consente un maggiore spazio per ripetere in andata e ritorno quei pochi metri all’ombra di un sole ancora consistente.Gli unici atleti che lo sfruttano sono coloro che si preparano ad affrontare la gara dell’800 prevista da li a poco. Nel frattempo decido di unirmi al riscaldamento di Simone Pes e Marco Mattu (entrambi dell’ Amsicora CA) che prevede anche l’uscita dal campo per girare esternamente uscendo da l'ingresso principale del campo per rientrare dalla parte opposta dal lato del S.Elia. Posso assistere in diretta alla bellissima gara degli 800 mt. dove l’atleta Matteo Pusceddu dell’Amsicora riesce a tenere a bada Nicola Muntone dell’Atletica Portotorres e, anzi, passarlo nel finale (1’56”19 il tempo di Pusceddu contro 1’56”50 quello di Muntone). Per fortuna ho chiesto ad Andrea Culeddu di fare qualche foto, sia a noi ma anche agli atleti impegnati negli 800 mt., e lui non si è tirato indietro. Lo speaker, in questa circostanza nella figura del presidente Sergio Lai, annuncia che nella gara dei 5000 mt.correranno assieme sia gli uomini che le donne. Intorno alle 20,20 ci si porta tutti quanti nella zona di partenza Il giudice di gara, Geppi Spanedda, fa l’appello dei partecipanti e ci si prepara così lungo la linea di partenza sotto un sole ancora fervido, e, come se non bastasse, anche con l’umidità altissima.Tra gli atleti partenti grande rappresentanza della società Amsicora diCagliari con due figure di spicco come Ferdinando Vicari e Morad Ibnorida ma anche altri atleti come Luigi Leotta e Ignazio Sagheddu (entrambi dell’Atl.Gonone Dorgali), Marco Mattu e Simone Pes.Tra le donne Manuela Manca (Amsicora CA) è l’atleta più accreditata per la vittoria finale mentre Simona Pili (CUS Sassari) sta pian piano ritrovando la condizione migliore La gara ha inizio ed il mio avvio non è per niente male. Passo ai primi 400 in 1’24” in compagnia di Roberto Siddi (M40, Samassi) e mi sento piuttosto bene. Il ritmo a giro siattesta intorno a 1’26” e man mano che si gira posso capire la posizione degli atleti in testa dalla voce dello speaker Poco prima di metà gara vengo doppiato prima da Vicari e poi da Ibnorida. La mia andatura è sempre costante mentre dalle retrovie avverto l’arrivo di Manuela Manca che ormai è prossima a superarmi dato che ormai sta girando ad un ritmo di alcuni secondi più veloce a giro. Nel frattempo Vicari stacca leggermente Ibnorida mentre Leotta mantiene la terza posizione davanti a Mattu e Sagheddu. Negli ultimi 3 giri si allunga il distacco di Vicari su Ibnorida mentre Mattu lancia la sfida su Leotta per la terza posizione In questo frangente vengo superato anche da Stefano Ardau (Amsicora CA) accusando leggermente la fatica e viaggiando ad un ritmo di 1’28”  a giro. Cerco di mantenere l’andatura di Stefano che si trova ad un paio di metri davanti a me mentre nel frattempo sento lo speaker che annuncia la chiusura della gara di Vicari e, successivamente di Ibnorida.Per me manca ormai poco più di un giro e mezzo. Stringo i denti e mi riavvicino a Stefano che ormai sembra voglia chiudere serenamente la propria gara mentre io sento di poter dare ancora qualcosa. Ai 200 mt. finali allungo la falcata e mi porto al fianco di Stefano che non accenna ad alcuna reazione. Gli ultimi 100 mt. vado in spinta e chiudo la gara con il tempo di 18’00”57 ad una media di 3’36” a km. Questii tempi dei primi atleti arrivati:  Ferdinando Vicari 15’32”86; Morad Ibnorida 15’47”71; Luigi Leotta 16’27”74; Marco Mattu 16’27”82. 

Per vedere tutti i risultati delle gare clicca qui.




permalink | inviato da Antonello Vargiu il 15/7/2011 alle 23:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Sfoglia giugno        agosto