.
Annunci online

antonellovargiu correre rende sani e felici...
Oschiri (OT), 28-08-11. 5^ Ediz. “Sapori di Corsa”.
post pubblicato in Resoconto gare 2011., il 31 agosto 2011


Perfettamente riuscita la 5^ Edizione di “Sapori di Corsa” a Oschiri organizzata dal presidente Dott. Antonio Sotgia assistito dai collaboratori della società “Atletica Runners Oschiri”. Oschiri è un paese di 3500 abitanti situato a 200 mt. s.l.m. nel territorio del "Monteacuto” al confine con la Gallura e dista 46 km. da Olbia, 50 da Sassari e 215 da Cagliari. La partenza da Cagliari è per le 14,30 in compagnia dell’amico Fabrizio Podda, che si occuperà di fare qualche foto, e di Fabrizio Serafini, atleta emergente che per la prima volta affronta questa gara.  Il viaggio è molto tranquillo e le discussioni sull’atletica tra noi tre ci trascinano sino all’arrivo a Oschiri che avviene intorno alle 16,45. La manifestazione, ottimamente collaudata, mantiene sostanzialmente lo stesso programma degli altri anni, l’unica variante è data dall’anticipo di circa un’ora dell’avvio delle gare rispetto alle precedenti edizioni. Nella centralissima piazza del paese è stato ricavato un percorso piuttosto veloce di circa 950 mt. molto bello e caratteristico. Sono almeno due i motivi che rendono ogni giro molto interessante: lo strappo in leggera salita di circa 40 mt. subito dopo una curva a U  situata circa 200 mt. dopo la partenza, e le curve a “zig zag” nella parte centrale del circuito dove la strada ci costringe a fare tre curve consecutive di 90°.

Verso le 17,30 iniziano le prime gare della serata. Si esibiscono i piccolissimi atleti Esordienti dove emergono i giovani di due fra le più blasonate società isolane in questo campo, quelle di Alà dei Sardi e di Oschiri. Questi i vincitori maschili e femminili: Esord. C, Brian Chigoze Okono (Runners Oschiri) e Maria Paola Sotgiu (Alasport); Esord. B, Stefano Sotgiu (Alasport) e Gloria Sotgia (Runners Oschiri); Esord. A, Nicholas Sotgiu (Alasport) e Caterina Scanu (Alasport). Seguono, in sequenza, le gare dei Ragazzi/e (1000 mt.) vinte da Alessandro Cocco (Alasport) e Antonella Sotgiu (Alasport), quella dei Cadetti/e (2000 mt.) vinte da Antonio Carta (Atl. Legg.Porto Torres) e Roberta Scanu (Alasport) e quella degli Allievi/e (2000 mt.) con la vittoria di Agostino Saba (Atl. Goceano) e Alice Cocco (CUS Sassari). Verso le 19 ha inizio la gara delle donne. Gareggiano tutte in un’unica partenza sia le atlete Master che le Junior, le Promesse e le Senior. In questa gara, dove sono previsti 4 giri del percorso per una distanza di 3800 mt, sono iscritte alla partenza una trentina di atlete. La gara è condotta sin dall’inizio da Graziella Mossa dell’Atletica Porto Torres seguita molto da vicino da Maria Domenica Manchia dell’Atletica Runners Oschiri almeno sino a metà gara. Dal terzo giro in poi la forte atleta torresina allunga il passo chiudendo in testa la gara e  staccando di non poco la Manchia, nonostante l’atleta oschirese fosse supportata dal pubblico di casa. Nelle retrovie gara in solitudine della giovane Alice Capone (Promesse, Athletic Team Sassari) che arriva terza con una condotta regolare della gara. Queste le prime15 posizioni femminili: 1^ Graziella Mossa; 2^ Maria Domenica Manchia;  3^ Alice Capone; 4^ Valeria Sailis (F40, Parteolla Dolianova); 5^ Chiara Borra (Junior, SG. Amsicora CA); 6^ Adalgisa Deriu (F40, Guilcer Team Ghilarza); 7^ Ivana Corrias (F35, Libertas Campidano);8^ Daniela Deriu (F35, San Giovanni SS); 9^ Patrizia Mureddu (F40, Atletica Ozieri); 10^ Francesca Colombo (F35, Atletica Lambro MI); 11^ Maria Elena Mura (Athletic Team Sassari); 12^ Daniela Pisu (F45, Dop. Petr. Porto Torres); 13^ Enrica Vidali (F50, Guilcer Team Ghilarza); 14^ Giuseppina Giloni (F45, Amatori Nuoro); 15^ Bianca Milani (F35, Road Runn. Milano). La gara degli Amatori-Master maschile quest’anno racchiude tutte le categorie di atleti in un’unica partenza. Sono chiamati all’appello circa 90 atleti per svolgere 5 giri del circuito per un totale di 4750 mt. circa. La gara è dominata sin dall’inizio da Vincenzo Tanca (M35, Atletica Ploaghe) tallonato solo nel primo giro da Antonio Filippo Salaris (M40, Pod. Amatori Olbia). Dal secondo giro in poi l’atleta ploaghese affronterà la propria gara quasi in solitudine rifilando a fine gara un cospicuo distacco a tutti gli altri atleti. Nel secondo passaggio Salaris viene affiancato da Ivan Pulina (M40, Atletica Ploaghe) mentre leggermente staccati transitano un gruppetto di quattro atleti molto vicini tra loro.  Si tratta di Simone Busetto (M35, Atletica da Paura MI), Domenico Inzaina (M35, Atletica Manara Parma), Luca Tilocca (M40, Podistica Sassari) e Filippo Buono (M55, Pod. Amatori Olbia). Tra questi solo Busetto e Buono riusciranno a tenere sostanzialmente le posizioni sino all’arrivo mentre gli altri due atleti perderanno diverse posizioni. Tra gli atleti invece che acquisiranno delle ottime posizioni grazie ad una buona progressione negli ultimi giri ne vanno menzionati almeno due:  Francesco Maria Nurra (M40, GS Monte Acuto Marathon) e Fabrizio Serafini (TM, Sporting SIE). Soprattutto Nurra a metà gara si trova intorno alla 12^ posizione mentre invece chiuderà al 5° posto mentre Serafini nonostante un’avvio non eccellente terminerà la propria gara al 7°posto. Da segnalare la 6^ posizione in assoluto dell’atleta Filippo Buono (M55) ancora in gran spolvero nonostante la non più giovane età. In quanto alla mia gara (Antonello Vargiu, M55, SG Amsicora CA) c’è da dire che l’avvio non è stato tra i migliori. Dopo il primo giro mi trovo intorno alla 20^ posizione con qualche difficoltà a sbloccarmi. Solo dopo il primo giro riesco ad allungarmi e a migliorare di qualche posizione. A metà gara riesco anche a spingere benissimo portandomi su ritmi interessanti ben al di sotto ai 3’30” a km. sino a trovarmi a metà dell’ultimo giro in 9^ posizione assoluta. Gli ultimi 300 mt. ho pagato comunque lo sforzo profuso cosicché sono stato ricuperato da due “avversari” che mi hanno rispedito in 11^ posizione. All’arrivo, nonostante la fatica, il mio pensiero è rivolto all’amico Efisio Deidda, scomparso prematuramente neanche una settimana prima, ed il mio saluto, sulla linea del traguardo, è stato quello di ringraziamento con il pugno stretto verso l’alto, per la forza datami in questa gara. Questi i primi 20 atleti arrivati: 1° Vincenzo Tanca in15’14”; 2° Ivan Pulina in 15’43”; 3° Simone Busetto in 15’51”; 4° Antonio Filippo Salaris in 16’02”; 5° Francesco Maria Nurra in 16’05”; 6° Filippo Buono in 16’09”; 7° Fabrizio Serafini in 16’11”; 8° Luca Tilocca in 16’13”; 9° Giovanni Pistis (M45, Road Runner Club MI) in 16’18”; 10° Domenico Inzaina in 16’20”;11° Antonello Vargiu in 16’22”; 12° Graziano Fois (M35, Atletica Nulvese) in16’29”; 13° Luigi Mascia (M45, Libertas Campidano) in 16’32”; 14° Antonio Sau (M40, Atletica Ploaghe); 15° Pasquale Denti (M50, Atletica Goceano); 16° Michele Soprano (M40, Podismo e Cazz. Varese); 17° Daniele Scano (M50, Podismo Sassari); 18° Giuseppe Pazzola (M40, Atl. Runners Oschiri); 19° Antonio Sambiagio (M40, Atl. Legg. Luras); 20° Walter Buttau (M55, Atl. Tempio Pausania). Nella gara più importante della serata, l’ultima in programma,  hanno gareggiato gli atleti Senior su una distanza di circa 7600 mt., pari a 8 giri del percorso. La gara è stata vinta dal keniano Boniface Kiprono Bii (Atletica Potenza Picena MC) con un centinaio di metri di vantaggio su un duetto di atleti arrivati praticamente affiancati all’arrivo, si tratta di Felix Ntirenganya (Ruanda, Futura Figline FI) e Paul Kiprono Koech (Kenia, Atletica Toscana FI). Quarta posizione per Nelson Dokita Olempayei (Kenia, Virtus Luca) e quinta per Nicodemus Biwott (Kenia, Farnese Vini PE). Bella prestazione dell’atleta pugliese Pasquale Rutigliano (Esercito), arrivato sesto, che ha tenuto testa sino a metà gara ai 5 atleti africani mentre tra gli atleti tesserati in Sardegna buona gara di Morad Ibnorida (SG.Amsicora CA) che ha staccato Nicola Muntone (Promesse, Atl. Porto Torres) e Elio Nicola Fattacciu (SG. Amsicora CA) arrivati molto vicini tra loro mentre Andrea Cabboi (Parteolla Dolianova), pur avendo gareggiato nell’ ultima parte della gara al fianco di Muntone e Fattacciu, ha ceduto proprio nel giro finale. Buone prestazioni anche per Pierpaolo Pes (GS. Atl. Olbia) ed il giovane Mattia Denti (Junior, Atletica Goceano). Per un riepilogo completo di tutti gli atleti partecipanti alle varie gare di Oschiri digita qui. 

Sicuramente la partecipazione degli atleti nella gara di Oschiri è stata ben al di sotto alle aspettative. Già rispetto all’anno precedente (2010) si è avuto un cospicuo calo degli atleti Master, soprattutto maschili, che ha favorito alla fin fine un'unica partenza di tutti gli atleti TM-Master. Probabilmente le cause sono da attribuire alla coincidenza di 5 gare tra venerdì e domenica (Isili, Oschiri, Marceddì-Terralba, Montevecchio, Mores) di cui una, quella di Mores, a poco più di venti km. di distanza. Senz’altro molto curioso constatare come anche quest’anno il numero delle atlete Donne (dalle Senior alle Master), in questa manifestazione, sia veramente molto alto rispetto al totale partecipanti, intorno al 40%.  Prima delle varie premiazioni c’è stato il riconoscimento, per i titoli conquistati, a due atleti che recentemente hanno partecipato ai Campionati del Mondo Master di Sacramento (USA), dal 6 al 17 luglio. Questi sono: Maria Domenica Manchia e Antonio Carboni entrambi della società Runners Oschiri. La Manchia ha conquistato 3 titoli mondiali nelle rispettive gare: 8 km. cross, 5000 mt. e 10000 mt., mentre Carboni è arrivato 2° nei 10000 mt. Ottime le premiazioni per tutte le categorie di partecipanti. Alle categorie più giovanili premiazioni con coppe e medaglie sino alla 5^ posizione. Per gli atleti Senior, Junior e Promesse maschili, sino alla 15^ posizione, erano previsti delle somme di denaro che partivano da 350 euro, mentre per le stesse categorie femminili erano previste quote di denaro alle prime cinque a partire da 120 euro mentre dalla 6^ alla 10^ erano previsti degli omaggi in natura. Per gli atleti Amatori-Master maschili erano previsti due fasi di premiazioni, la prima riguardava i primi 10 arrivati tra lecategorie TM-M45 mentre l’altra premiazione riguardava i primi 10 atleti da M50 in su. Ciascuna di queste due fasi di premiazione includevano una serie di prodotti di altissima qualità tecnica per gli atleti quali per es. al 1° un Cardiofrequenzimetro Timex, al 2° un paio di scarpe della Brooks, al terzo un orologio Timex ecc. sino al 10° posto. A tutti gli atleti TM-Master di ogni categoria, arrivati sino al 5° posto, sia maschile che femminile, non entrati tra le premiazioni sopra riportate,  veniva dato un premio in natura di prodotti alimentari locali.  A fine premiazione tutti gli atleti avevano diritto ad un rinfresco nei locali comunali attigui alla manifestazione con "Panadas”, formaggio, “Spianata di Oschiri” e del buon vino locale. 

Per le foto della gara digita qui.




permalink | inviato da Antonello Vargiu il 31/8/2011 alle 16:52 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Sfoglia luglio        settembre