Blog: http://antonellovargiu.ilcannocchiale.it

Samassi (VS), 11-12-11. 34^ Ediz. "Marcialonga del carciofo".


Si è conclusa nel migliore dei modi la 34^ Ediz. della "Marcialonga del carciofo" organizzata dalla  società "U.S. Acli Mariano Scano Samassi". La mia presenza a Samassi stavolta non avviene in veste di  atleta ma bensì come semplice spettatore in quanto qualche problema fisico in questo periodo non mi consente di poter affrontare le gare. Arrivo un po’ tardi a Samassi e la partenza di tutti gli atleti ormai è già avvenuta. Ho con me la macchina fotografica e mi indirizzo verso la zona da cui arriveranno gli atleti quando rientreranno dal loro giro. Dopo una breve passeggiata individuo un punto molto interessante dove posso scattare le mie foto.Mi trovo a circa 400 metri dall'arrivo ma completamente al di fuori dall'abitato e sulla mia sinistra ci sono  degli alberi di ulivo secolari e un cavallo legato ad una lunga fune che può muoversi a suo piacimento. La  temperatura, nonostante siamo a dicembre, è piacevole. Ci saranno non più di 18 gradi però la giornata si presenta nuvolosa. Il percorso gara è quasi totalmente sterrato.E’ lungo poco più di 4500 mt. e si gareggia per quasi 4 km. fuori dal centro abitato. Si passa in stradine di campagna al fianco di numerose carciofaie per cui il terreno si presenta non sempre in perfette condizioni. Anzi, proprio l'umidità intensa lo rende in alcuni punti piuttosto scivoloso ed insidioso per cui non sempre si riesce ad avere una buona spinta sulle gambe. Alle 10 in punto avviene la partenza di tutti gli atleti, sia quelli della competitiva che quelli della non competitiva. Mentre gli atleti della competitiva affronteranno 2 giri del percorso per un totale di circa 9150 mt. gli altri atleti percorreranno una sola volta l'intero giro. Si presentano dietro la linea di partenza almeno 400 atleti con prevalenza dei concorrenti per la competitiva. Gli atleti chiamati a fare i due giri del percorso sono 234 e tra questi una cinquantina sono donne. Due righe sullo svolgimento della gara. Sin dopo poche  centinaia di metri si staccano dal resto del gruppo tre atleti che conducono ad un ritmo vicino a 3'10" a  km. e fanno gara in comune per buona parte della competizione. Questi sono: Noureddine Bahi, Giuseppe Mura e Mattia Scalas. A pochi passi, dietro di loro, un indomito Luigi Leotta che riesce anche a recuperare i tre fuggitivi passando al loro fianco proprio nel punto dove termina il primo giro, ma poi, dopo poche centinaio di metri desiste, pagando lo sforzo affrontato Il trio di testa dura sino a metà del secondo giro quando Scalas non regge più al ritmo di Bahi e Mura e lascia andare i due atleti della Civitas Olbia che gradualmente guadagnano metri preziosi. A poco più di 1 km. dall'arrivo Bahi allunga leggermente il passo e nulla può il samughese Mura di fronte alla progressione del marocchino. Nelle retrovie ampio distacco tra Leotta, arrivato quarto, e Saverio Panduccio che anticipa di poco Alberto Carta. In campo femminile ottima gara di  Claudia Pinna che distanzia Roberta Ferru sin dall'inizio e sfrutta alla perfezione la compagnia di Paolo Porcu che la affianca per la quasi totalità della gara. Buon rientro di Sara Palmas nelle gare isolane con un terzo posto meritato e sofferto su una Simona Pili in buone condizioni

Questo l'ordine d'arrivo dei primi 25 atleti uomini: 1° Noureddine Bahi (Civitas Olbia) in 30'09"; 2° Giuseppe Mura (Civitas Olbia) in 30'24"; 3° Mattia Scalas (Junior, Atl. Serramanna) in 30'39"; 4°Luigi  Leotta (Pol. Gonone Dorgali) in 30'50"; 5° Saverio Panduccio (M45, SG. Amsicora CA) in 31'49"; 6°Alberto  Carta (Atl. Goceano) in 31'50"; 7° Giannetto Atzeni (M35, Pol. Parteolla Dolianova) in 32'04"; 8°  Giampietro Dessì (M40,Sporting Sie) in 32'10"; 9° Walter Ambu (SG. Amsicora CA) in 32'12";10° Paolo  Cannas (M35, Pod. San Gavino) in 32'20"; 11° Paolo Porcu (M45, Atl. Orroli) in 32'30"; 12° (13° assoluto)  Roberto Siddi (M35, Acli Samassi) in 32'31"; 13° (14°) Genesio Lusci (M50, Sulcis Carbonia) in 32'32"; 14°  (15°) Fabio Zara (Acli Samassi) in 32'39"; 15° (16°) Alessandro Mameli (M40, Tespiense Quartu) in 32'44";  16° (17°) Bernardino Casu (M40, Pionieri Mogoro) in 32'51"; 17° (18°) Maurizio Puddu (M45, Atl. San  Sperate) in 33'10"; 18° (19°) Gabriele Carta (M40, Jolao Iglesias) in 33'10";19° (20°) Gianfranco Cancedda  (M40, Happy Runner Club MI) in 33'19"; 20°(21°) Giuliano Cossu (M35, Pod. San Gavino) in 33'37"; 21° (22°)  Stefano Ardau (M45, SG, Amsicora CA) in 33'40"; 22° (23°) Abel Geremias Fenude (M35, Atl. Selargius) in  33'42"; 23° (24°) Francesco Mei (Allievi, Atl. Santadi) in 33'45"; 24° (25) Daniele Orrù (TM, Pod.San  Gavino) in 33'49"; 25° (26°) Patrik Mei (M35, Atl. Iglesias) in 33'51".

Queste le prime 15 atlete donne: 1^ (12^ ass.ta) Claudia Pinna (CUS Cagliari) in 32'30"; 2^ (32^) Roberta Ferru (Civitas Olbia) in 34'13"; 3^ (38^) Sara Palmas (Esercito) in 34'35"; 4^ (39^) Simona Pili (CUS Sassari) in 34'37"; 5^ (45^) Elsa Farris (SG. Amsicora CA) in 34'51" 6^ (70)^ Severina Marras (Pionieri Marmilla Mogoro); 7^ (84^) Cinzia Meloni (F35, Atl. Serramanna); 8^ (90^) Rosalba Miscali (F45, Marathon Club  OR.); 9^ (95^) Rita Angela Porcu (F40, Guilcer Team Ghilarza); 10^ (96^) Adalgisa Deriu (F40, Guilcer Team Ghilarza); 11^ (98^) Stefania Carola (F40, Pod. San Gavino);12^ (104^) Caterina Miscali (F45, Marathon Club OR.); 13^ (111^) Emilia Minnai (F40, Sporting Sie); 14^(115^) Elisa Pintori (Atl. Serramanna); 15^ (121^) Valentina Perria (F40, Pol. Dil. Assemini).

A fine gara gli atleti della competitiva che hanno tagliato il traguardo sono stati 206 di cui 163 uomini e 43 donne. Tutti gli atleti partecipanti alla manifestazione, come ogni anno, hanno potuto usufruire di un panino con hamburger al carciofo distribuito dai volontari dell’organizzazione.Buona la dislocazione logistica di tutta la manifestazione con il punto di partenza e arrivo proprio nella periferia del paese e con la possibilità, per tutti gli atleti, di utilizzare la palestra della scuola media proprio antistante il punto di ritrovo. Le premiazioni sono state fatte invece a poche centinaia di metri da dove si è svolta la gara, presso i caseggiati della zona industriale, dove era in svolgimento la 25^ “Sagra del Carciofo”. Erano previsti dei premi in denaro ai primi 10 classificati sia tra gli uomini che tra le donne con il premio più alto di 250 euro. Per tutti gli atleti che non rientravano nei premi in denaro vi era una premiazione con prodotti locali sino al 6° di ogni categoria di appartenenza, sia maschile che femminile. Qualche problemino, durante la gara, si è avuto quando nella parte finale del secondo giro gli atleti della competitiva si trovavano a dover superare i tanti atleti della non competitiva che procedevano camminando o ad un passo lento. 

Le foto sono di Antonello Vargiu.

Per vedere tutti gli arrivi della gara clicca qui. 

Per vedere altre foto della manifestazione di Samassi clicca qui.

 

 

 

 

 

 

 

Pubblicato il 13/12/2011 alle 18.27 nella rubrica Resoconto gare 2011..

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web